Miscellanea

Come scegliere il vino per il matrimonio?

Nel giorno delle nozze al ristorante ci sono alcune cose che non possono mancare: il buffet, un ottimo pranzo, il vino, i dolci ed il fotografo per matrimonio. Particolarmente importante è la scelta del vino, una delle eccellenze del nostro paese. Da nord a sud vengono prodotti i migliori vini del mondo, che sono esportati all'estero e rappresentano un fiore all'occhiello della produzione italiana. Il pranzo rappresenta da sempre un momento di convivialità, soprattutto nel giorno del matrimonio. Per questo motivo è opportuno scegliere il vino giusto per rallegrare ogni tavolo e soddisfare completamente i propri invitati.

Come scegliere un vino per un matrimonio? Innanzitutto bisogna tener conto di vari aspetti: il clima, la stagione ed il periodo. Per esempio se il matrimonio si svolge in inverno o in periodi particolarmente freddi, è opportuno optare per vini corposi e ben strutturati, preferibilmente rossi. Se invece vi sposate in estate o in periodi molto caldi, la scelta ideale è un vino fresco, leggero e frizzante, preferibilmente bianco. La scelta dei vini ovviamente dipende anche dal tipo di menu scelto: se è a base di carne è meglio optare per un vino rosso, mentre se è a base di pesce è meglio scegliere un vino bianco.

E' importante anche la scelta della tipologia di vino. Per i pasti è consigliabile un vino fruttato ma non eccessivamente dolce e zuccherino, in modo che possa abbinarsi con qualsiasi tipo di pietanza. Per i dessert invece l'ideale è un vino dolce e zuccherino, che solletichi nel mondo giusto il palato degli invitati. Per gli aperitivi sono consigliati vini con un sapore delicato, frizzante ed amabile, che possono abbinarsi anche con i dolci alla fine del pranzo nuziale, la pasticceria secca, torte, crostate e frutta in generale. Tra i vini particolarmente consigliati per gli aperitivi o da abbinare alla torta nuziale vi segnalo il Lambrusco, il Brachetto e il Cagnina di Romagna.

Come risparmiare sulla scelta dei vini? Un quesito necessario poiché bisogna far quadrare i conti del proprio budget, cercando di risparmiare offrendo però alla stesso tempo un servizio di qualità ai propri invitati. In questi casi può essere una buona soluzione richiedere al ristorante vini locali, che permettono di risparmiare notevolmente sui costi di trasporto e di spedizione. Per il brindisi finale si può anche accantonare lo champagne, che per quanto prelibato e raffinato non sempre soddisfa i gusti di tutti gli invitati, sostituendolo con uno spumante italiano che rappresenta il top in questo settore.

Post Comment